News

 

inserita il:
7 aprile 2023

''Truc'', cultura e tradizione

a Cividale del Friuli una Pasqua ricca di opportunitÓ
''Truc'', cultura e tradizione

Tra cultura e tradizione Pasqua e Pasquetta saranno ricche di iniziative tutte da vivere a Cividale del Friuli. Domenica 9 e lunedì 10 aprile, in occasione delle due festività, ritorna nella Città Ducale l’immancabile appuntamento per residenti e visitatori. In entrambe le giornate il principale protagonista sarà infatti “Il gioco del Truc”. Si tratta di una tradizione ludica, di antichissima pratica, che consiste nell’approntare un catino di sabbia digradante a struttura ovale nel quale si fanno scendere, rispettando regole ben precise, le uova colorate con l’intento di farle toccare tra di loro. L’utilizzo dell’uovo è quanto mai pregnante, visto che simboleggia la rinascita ed è un simbolo pasquale per eccellenza.

Il Truc, a cura della Pro Loco, dei vari Borghi cittadini e del Comune, sarà disponibile in piazza Paolo Diacono, in piazza Foro Giulio Cesare, in piazza San Pietro, presso piazzetta Santo Stefano a Rualis, presso il centro ricreativo di Carraria e presso l’ex scuola materna di Grupignano. In quest’ultima località dalle 14 al crepuscolo sarà presente anche la mostra “Viaggio tra pizzi, ricami e ceramiche di un tempo”, a cura dell’Associazione Amîs di Grupignan. In più, lunedì di Pasquetta, in piazza Duomo e in largo Boiani, dalle 9 alle 19 si terrà il mercatino di arti manuali e distribuzione di uova colorate a cura dell’APS Arte cuore e passione.

“Anche quest’anno abbiamo il piacere di promuovere una tradizione molto sentita e centrale per la nostra città e per il nostro territorio. Borghi e piazze saranno animati coinvolgendo bambini, famiglie e persone di ogni età in un appassionante antico gioco” - commenta l’assessore al turismo Giuseppe Ruolo – “Ringrazio sentitamente chi si spende per rendere possibile ciò, a partire dalla Pro Loco e dai borghi che si sono messi a disposizione per dare vita ad un’iniziativa che rappresenta sia un’occasione ludica per i nostri cittadini sia un volàno di richiamo per turisti e visitatori”.

Inoltre sono molte le ulteriori opportunità culturali e turistiche previste nella due giorni pasquale, le quali permetteranno esperienze uniche per i turisti presenti in città. Saranno aperti e visitabili tutti i musei e i luoghi della cultura cittadini, così come tutte le chiese.

Attuale fiore all’occhiello è l’esposizione del San Girolamo di Tiziano Vecellio, opera ospite d’eccezione all’interno della Collezione della Galleria Famiglia De Martiis a Palazzo de Nordis, aperta al pubblico con orario continuato 10-18. Una tela che rappresenta un capolavoro rinascimentale che impreziosisce le già eccelse sale della Galleria, tra impressionisti, artisti italiani che hanno partecipato alla Biennale di Venezia, geometrie di grande impatto, astratti e Avanguardie dei Paesi dell’Est del primo Novecento.

Aperto poi il Monastero di Santa Maria in Valle col Tempietto Longobardo, a disposizione con orario continuato 10-18; porte aperte anche per il Museo Archeologico Nazionale (orario 10-19), dove sarà altresì possibile visitare la grande mostra dedicata al Medioevo friulano Feudatari, cavalieri e crociati. Il castello dei signori di Attems nel Friuli patriarcale, e il Museo Cristiano e Tesoro del Duomo (orario 11-18), il quale permetterà di immergersi in suggestivi percorsi storico-religiosi alla scoperta delle radici della città. Con orario continuato dalle 10 alle 18, sarà visitabile il Centro Internazionale Vittorio Podrecca - Teatro delle Meraviglie Maria Signorelli, dove poter ammirare la straordinaria collezione di marionette, burattini, fantocci, pupi e documenti di pregio, riconosciuti come di “eccezionale interesse culturale” da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Il Museo della Grande Guerra accoglierà il pubblico, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, con cimeli originali degli eserciti che furono operativi sul fronte italiano, oltre ad un’accuratissima ricostruzione di sezione di trincea. Aperta nelle due giornate festive anche la Casa Medioevale con orario 10-13 e 15-19. Infine presso la Chiesa di Santa Maria dei Battuti sarà possibile visitare la mostra Femmine d’acqua fra mediterraneo e Mitteleuropa, dove sono esposte le opere di pittura e scultura realizzate dall’artista trevigiano Luciano Longo.

Per dettagli e informazioni, è possibile contattare l’Informacittà in Piazza Duomo 5, che resterà aperto al pubblico in entrambe le giornate. Per contatti telefonici, si può chiamare il numero 0432/710460 o contattare lo sportello all’indirizzo e-mail informacitta@cividale.net

maggiori info sul TRUC: https://www.cividale.com/it/il_truc





 

Abbiamo a cuore la tua privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalitÓ indicate nella pagina privacy policy. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante ''Personalizza'' sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookies info.
I Cookies vengono utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su ''Accetta e chiudi'' o rifiutarne l'uso facendo click su ''Continua senza accettare''