Eventi » Il Truc

Il Truc



Il Trùc è un tradizionale gioco pasquale che convolge i giovani cividalesi da diversi decenni.

Le regole del gioco

1- Usare solo uova di gallina, sode e colorate.
2- L'uovo, al momento dei lancio, deve toccare la tegola (cop).
3- Deve essere lasciato andare senza spinte.
4- L'obbiettivo è colpire una o più uova all' intemo del Trùc .
5- Chi colpisce torna subito a tirare.
6- Il proprietario dell' uovo colpito, per rientrare in gioco, deve riscattarlo e     mettersi in coda per rilanciare.
7- Se l'ul'tlmo giocatore non colpisce nessun uovo, il gioco viene ripreso da chi     per primo aveva lanciato l'uovo nel Trùc (vecjo di Trùc).
8- Chi si ritira dal gioco deve lasciare il riscatto, una moneta, al posto dell'uovo.


Cerchiamo di capire il gioco del Trùc attraverso un articolo di Antonio Rieppi
tratto da La " Panarie" del 1924 :

"Che cos'è il Trùc?... I nostri fanciulli hanno dato il nome di Trùc ad un tradizionale gioco pasquale che consite nel far correre le uova lungo un rialzo di sabbia lentamente digradante e chiuso,all' ingiro, da una sponda concava che,dall'imboccatura, sulla quale è collocata una tegola comine va allargandosi verso il basso ed impedisce l'uscita delle uova per la china del rialzo stesso: le uova, rotolando vanno ad urtare contro quelle che già si trovano nel Trùc. Il Trùc si prepara dalle famiglie del contado e da quelle della città che hanno la fortuna di avere un ampio cortile, coloro che non lo hanno ... si mettono in società e costruiscono il gioco anche sulla pubblica via. Alla mattina del giorno di Pasuua il Trùc deve essere bell' e compiuto. Il divertimento comincia per tempo... e il gioco continua fino a sera, tra un lieto guaire di bambini, un cicalio vivace di fanciulle e di donne, un contrastar di giovanotti, con qualche piagnucolio, perchè un uovo si è rotto troppo presto o le giocate non hanno avuto successo. Il gioco richiede una pazienza speciale... ci vuole l'occhio per la scelta dell'uovo adatto, perchè, vi sia l'uovo di orlo, di mezzo ecc. ; ci vuole arte nel collocare in alto. in basso o a metà della tegola, secondo la quantità e la posizione delle uova che si trovano in gioco..... O benedetti siano i trionfi ottenuti dopo una preparazione di piccole. ma serie fatiche, alla luce del sole sotto la vigile protezione di persone care che non possono se non volere la piena contentezza dei cuori infranti."

Antonio Rieppi da La " Panarie" 1924


Come preparare le uova:

La ricetta della nonna
In una pezza di stoffa che tinga (pannolenci), si sistema l'uovo di gallina assieme a vari fiori, erbe ed ingredienti a seconda dei risultati che si vogliono ottenere.Si possono utilizzare : bucce di cipolla rossa, madricaria, prezzemolo, fiori d'aglio selvatico, primule, fondi di caffè, denti di leone ecc.
Si racchiude ogni uovo nella pezza legandolo con un filo di lana.
Poi tutte le uova cosi preparate si sistemano in una pentola, coperte dall'acqua, alla quale si aggiunge del sale grosso e aceto; si fanno poi bollire per quidici minuti. Le uova vengono lasciate raffreddare, tolte dall'involucro e utilizzate in vario modo: o come semplici uova sode o... per per gioco del Trùc.

 






Gubane Dorbolo 250_250 16-9-15 turismo

 Ultime news