Home / Cosa Vedere /Il Palazzo Comunale

Il Palazzo Comunale

Nel centro di Cividale del Friuli, di fronte al Duomo e nella piazza omonima, sorge il Palazzo Comunale.
Si ha notizia di una Casa Comunale qui esistente già nel 1296, che venne poi rimaneggiata nel Quattrocento e ricostruita dal 1545 al 1588. Era comunque decisamente diversa da quella che oggi vediamo.
Si accedeva al piano superiore per una scala esterna, dall'alto della quale era consuetudine bandire gli avvisi o leggere le sentenze di condanna. Il Palazzo subì parecchi rimaneggiamenti quando nel 1936 nella radicale trasformazione fu abbattuta la scala esterna.
È aperto inferiormente con un portico ogivale, Le finestre al primo piano, sulla facciata verso Largo Boiani, sono monofore e bifore. Si trova qui anche, una cornice barocca, il busto di Domenico Mocenigo, Provveditore Veneto che si dimostrò molto capace durante la peste del 1682.
Sulla facciata di fronte al Duomo sono murati un bassorilievo con il Leone di S. Marco con epigrafe del 1560, e, più sotto, una lapide in ricordo della visita dell'imperatore Francesco I d'Austria nel 1816. La contigua parte moderna del Municipio e stata realizzata nel 1966-70.
Nelle travature della loggia, restaurata nel 1958, sono dipinti gli stemmi delle famiglie nobili cividalesi. Sulla parete sono invece presenti due lapidi dedicate a Giuseppe Garibaldi e a Vittorio Emanuele II, con effigie in un medaglione in basso rilievo.
Nel cortile interno, (entrata sotto la loggia all'orario degli uffici comunali), si trovano i resti di una Casa romana del I-II secolo, che fu portata alla luce nel 1938. Di questa casa romana, a tutt'oggi, sono stati individuati sette ambienti. Quello maggiormente visibile ha un pavimento in mosaico con tessere bianche e nere, molto ben conservato.
All'interno del Municipio, nella sala consigliare sono conservati imponenti ritratti di Provveditori Veneti e in due stanze ci sono gli affreschi del cividalese Francesco Chiarottini. In un'altra parete, un mosaico raffigura una scena di battaglia dei Longobardi opera dell'udinese Gianni Borta (1971).
A ricordo del fondatore della città Caio Giulio Cesare, davanti alla facciata principale, è stata collocata nel 1935 una statua bronzea copia di una marmorea di epoca Traiana che si trova in Campidoglio a Roma.


Casa Luis

Cosa Vedere

 Richiesta alloggio a Cividale e dintorni