News

 

post date:
3 Marz 2015

La gubana vince la sfida contro la sacher torte

i aggiudica il premio il dolce prodotto da Dorbolò. Il pronostico della vigilia capovolto sia dalla giuria tecnica che da quella popolare
La gubana vince la sfida contro la sacher torte

CIVIDALE. Alla vigilia nessuno ci avrebbe scommesso. Eppure la gubana ha sbaragliato anche la sacher torte. Il dolce delle Valli del Natisone ha avuto la meglio sul dolce viennese al 10° concorso Gubana day - premio Bepi Tosolini in programma il caffè San Marco di Cividale dal 27 febbraio al 1° marzo.

La disfida, che ha visto la partecipazione anche della pasticceria dell’Hotel Sacher di Vienna, ha incoronato vincitrice la gubana Dorbolò di San Pietro al Natisone che si è imposta proprio sulla sacher del mitico albergo della capitale austriaca.

La dolce disfida cividalese giunta alla sua decima edizione ha scelto come avversario in omaggio al centenario della prima guerra mondiale la tipica specialità austriaca, uno modo simpatico per rinsaldare i vincoli di amicizia degli italiani con il popolo austriaco a un secolo dallo scoppio del conflitto che li vide combattersi su fronti opposti.

La giuria tecnica formata dai giornalisti Giuseppe Longo, Mariarosa Rigotti, Nicolò Gambarotto, Fabiana Romanutti, Stefano Cosma, dalla food blogger Stefania Maurigh, dal maestro pasticcere del Civiform Franco Pittia, dalla direttrice della scuola di cucina Mestoli e Padelle Micol Pisa, e, di diritto, Lisa Tosolini in rappresentanza dello sponsor, era presieduta per dovere di ospitalità dal giornalista gastronomo austriaco Peter Lexe. Mentre i concorrenti erano: per le gubane Giuditta Teresa, Martincig, Dorbolò, Dall’Ava, tutte di S. Pietro al Natisone, Panificio Cattarossi, Vogrig e Panificio del Foro di Cividale; per le sacher Konditorei Koloini di Villacco, Hotel Café Konditorei Hecher di Wofsberg, Konditorei Christine Bretterbauer di Klagenfurt, Pasticceria Café Konditorei dell’Hotel Warmbaderhof a Warmbad-Villach, e la pasticceria dell’Hotel Sacher.

La giuria ha proceduto alla valutazione delle gubane e delle sacher in concorso sulla base di una serie di elementi che concorrevano a darne un giudizio complessivo; sabato e domenica successivi, invece, sempre nel medesimo locale, i dolci sono stati serviti in degustazione gratuita ed è toccato così alle centinaia di avventori giunti per l’occasione valutare e votare tramite un’apposita scheda la preferita tra le due specialità.

I verdetti così raggiunti (quello della giuria tecnica e quello della giuria popolare) hanno espresso senza esitazione la preferenza per la gubana Dorbolò con un punteggio complessivo di 84,05 centesimi, mentre la sacher dell’Hotel Sacher di Vienna si è fermata a 81,61 centesimi.

FONTE: http://messaggeroveneto.gelocal.it/






 gubana. dorbolò, sacher