News

 

inserita il:
14 giugno 2021

25 giugno 2011 – 25 giugno 2021 Cividale del Friuli festeggia 10 anni di Unesco dei suoi beni longobardi

25 giugno 2011 – 25 giugno 2021 Cividale del Friuli festeggia 10 anni di Unesco dei suoi beni longobardi

Dal 25 giugno 2011 il sito seriale I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.) è inserito tra i Patrimoni dell’umanità UNESCO: un riconoscimento prestigioso per la civiltà longobarda e per il significato storico dei monumenti e dei ducati che sorsero lungo tutta la penisola. Il 25 giugno 2021 saranno dunque dieci anni dalla proclamazione Unesco per la rete, un compleanno importante, ricco di celebrazioni ed eventi che coinvolgeranno tutti i sette luoghi della penisola che ospitano le aree monumentali longobarde.

“Manca ormai poco al 25 giugno e mi piace ricordare il momento, dieci anni fa, in cui Attilio Vuga e Stefano Balloch da Parigi ci comunicarono la splendida notizia – spiega il sindaco Daniela Bernardi che specifica – erano le 22.15 circa; arrivò un sms di Vuga e subito dopo le campane del Duomo iniziarono a suonare; fu un’emozione enorme, il suggello di tanti anni di duro lavoro durante i quali Cividale aveva guidato tutta l’Italia nella candidatura mondiale”.

Oggi, a dieci anni di distanza, e purtroppo ancora in emergenza sanitaria, “siamo riusciti, anche in accordo con gli altri siti della rete, a programmare una serie di iniziative ed appuntamenti che vogliono essere – commenta l’assessore al turismo Giuseppe Ruolo - un momento di ripartenza, di valorizzazione dei nostri beni e di omaggio alla nostra eredità longobarda. È anche l’occasione per mostrare i risultati di un lavoro che va avanti da diverso tempo attraverso progetti che hanno lo scopo di aumentare l’offerta per i visitatori”.

“Da parte mia ho voluto omaggiare il decennale dell’Unesco con la mostra ‘Incantamenti’ a firma del Maestro Alessandro Romano, scultore contemporaneo apprezzato in tutto il mondo, con un curriculum di commissioni prestigiose sia di arte sacra moderna – spiega Angela Zappulla delegata alla Cultura - come le sculture in marmo di Carrara che adornano le nicchie michelangiolesche nella Basilica Papale di San Pietro in Vaticano, sia di opere monumentali, come quella dedicata a Falcone e Borsellino a Caltanisetta, sia di realizzazioni di ispirazione mitologica, come lo Scudo d’Achille acquisito dalla Galleria Nazionale Moderna di Roma per il Palazzo del Quirinale. Cividale si trasformerà in galleria d’arte a cielo aperto”.

Il programma delle iniziative è molto denso. Martedì 22 giugno la settimana dell’Unesco si aprirà virtualmente con la pubblicazione sui social del Comune dedicati a cultura e turismo del brano Ubi Caritas con Riccardo Pes al violoncello, registrato nel Tempietto Longobardo, con la regia di Giulia Pes.

Il giorno successivo, alle ore 17, si terrà in p.tta Garibaldi un doveroso omaggio all’opera I Longobardi di Giorgio Benedetti.

Giovedì 24 spazio ai giovani alle ore 15.00 con “C’erano una volta i Longobardi”, laboratorio didattico al Museo Cristiano (prenotazione obbligatoria allo 339.8242968); alle 17 presentazione del restauro della Fontana di Piazza Paolo Diacono.

Venerdì 25 giugno, giornata clou delle iniziative, nel pomeriggio si terrà la cerimonia ufficiale e celebrativa con le autorità fra cui i già sindaci Vuga e Balloch e l’attuale sindaco Bernardi e, a seguire, l’inaugurazione della Mostra “Incantamenti” del M. Alessandro Romano. Durante la giornata, presso il Museo Archeologico Nazionale verranno organizzate alle ore 11.00, 16.00 e 20.30 delle visite guidate alla sezione longobarda; alle ore 15.00 “C’erano una volta i Longobardi” laboratorio didattico al MAN (prenotazione obbligatoria allo 339.8242968); infine alle ore 20.00 e 21.20  visite guidate sull’arte longobarda presso il Museo Cristiano/Tesoro del Duomo (prenotazione obbligatoria tel.  3201169079). Per tutta la giornata ingresso gratuito nei tre siti Unesco, musei aperti fino alle 21.30 e alle 22.15 gran finale al suono delle campane del Duomo.

Sabato 26 giugno alle ore 10.30 visita guidata alla mostra Incantamenti col Maestro Alessandro Romano (partenza dal Monastero di Santa Maria in Valle - prenotazione obbligatoria allo  0432-700867); alle ore 11.00 e 16.00 visite guidate alla sezione longobarda del Museo Archeologico nazionale (visita compresa nel biglietto d’ingresso - prenotazione obbligatoria tel. 0432/700700); alle ore 15.00 “C’erano una volta i Longobardi” laboratorio didattico al Monastero S.Maria in Valle (prenotazione obbligatoria allo 339.8242968). Alle ore 17.00 inaugurazione della Vetrina del Territorio in Monastero Santa Maria in Valle (su invito); alle ore 20.00 concerto Fly to the word con la Tiepolo Brass Quintet presso il Monastero di Santa Maria in Valle in collaborazione con “Un Fiume di Note” a cura del Comune di Polcenigo e di MUSICAE - Distretto Culturale del Pianoforte (ingresso libero con prenotazione obbligatoria allo +39 0434 088775 - +39 392 3293266).

Domenica 27, spazio agli approfondimenti con un incontro, alle 10, presso il Monastero su “Il Monastero si racconta - presentazione dei recenti progetti di valorizzazione del Monastero di Santa Maria in Valle-Tempietto Longobardo” (diretta fb, prenotazione obbligatoria allo  0432-700867), durante il quale si parlerà di: Progetto etnografico “Dal Silenzio Storie”, il CD; Il Monastero di Santa Maria in Valle per tutti, pubblicazione a cura di Progetto Autismo FVG con Arteventi; LONGOB art, a cura di Centro Friulano Arti Plastiche CFAP; Recolor, progetto europeo ITA_CRO. A seguire un omaggio a “Sergio Mazzola, Longobardo oggi” con la presentazione di una esposizione presso la biglietteria del Monastero (visitabile fino al 5 settembre). Nella stessa giornata, alle ore 11.00, 16.00, 18.00, visite guidate alla sezione longobarda del Museo Archeologico nazionale (visita compresa nel biglietto d’ingresso - prenotazione obbligatoria allo 0432/700700) e alle ore 17,00 visita al percorso etnografico all’interno del Monastero”Dal Silenzio Storie” (prenotazione obbligatoria  allo 0432-700867).

Per tutto il fine settimana nel Museo Archeologico Nazionale sarà esposta l’HISTORIA LANGOBARDORUM di Paolo Diacono, una copia del IX secolo che costituisce una delle versioni più antiche e più complete al mondo. Per prenotare la visita tel. 0432/700700.

Lunedì 28 giugno ci sarà una ulteriore visita, alle 18, al percorso etnografico all’interno del Monastero “Dal Silenzio Storie”; prenotazione obbligatoria allo  tel. 0432-700867.

Finale virtuale della settimana dedicata all’Unesco martedì 29 giugno, alle ore 17.00 con la pubblicazione sui social del Comune del video “I Longobardi di oggi leggono l’Historia Langobardorum di Paolo Diacono”, una carrellata con alcuni cittadini cividalesi che hanno letto, nei luoghi longobardi, alcuni passi della Historia stessa.