News

 

inserita il:
7 maggio 2022

inaugurato progetto europeo Recolor

Il Comune inaugura RECOLOR e apre due sale multimediali dove ammirare immagini e scorci inediti del Tempietto Longobardo e di Piazza Paolo Diacono ricostruiti grazie alle pi¨ innovative tecniche della modellazione e della grafica virtuale
 inaugurato progetto europeo Recolor

Ieri, venerdì 6 maggio, sono state inaugurate a Cividale del Friuli le due azioni-pilota del progetto europeo RECOLOR - Reviving and EnhanCing artwOrks and Landscapes Of the adRiatic (Riscoperta e valorizzazione dei beni artistici e paesaggistici dell’Adriatico) finanziato dal programma Interreg V-A Italia-Croazia 2014-2020. Oltre al Comune di Cividale del Friuli, il progetto ha coinvolto sette partner: per l’Italia la Regione Emilia-Romagna in veste di capofila, l’Università di Bologna, il Comune di Campobasso, Montefeltro Sviluppo Scarl; per la Croazia il Comune di Albona, la Città di Zara, il Politecnico di Sebenico.

Dopo due anni di studi e lavori sono pronte per il pubblico le due sale multimediali “Immersive Room” all’interno del Monastero di Santa Maria in Valle con annesso Tempietto Longobardo    e “Virtual Balcony” a piano terra del Palazzo ex-Monte di Pietà in piazza Paolo Diacono”.

La cerimonia in teatro è stata introdotta da Angela Zappulla per l’Assessorato alla Cultura e ha visto alternarsi sul palco, per i saluti istituzionali, il sindaco Daniela Bernardi e il vice sindaco Roberto Novelli. Sono seguiti gli approfondimenti tecnici sul progetto da parte di Marco Marinuzzi e l’illustrazione delle ricerche e di tutto il progetto, sia scientifico che tecnologico, da parte dell’archeologo Luca Villa e dell’architetto Raffaele Carlani di Katatexilus.

progetto recolor

Se la finalità del progetto è quella di aumentare con l’aiuto di tecnologie innovative, l’attrattività dei paesaggi urbani e rurali italiani e croati caratterizzati da un rilevante patrimonio culturale (si tratta dunque di un’operazione di valorizzazione e promozione dei Landscape of art  - Paesaggi d’arte), Recolor calato a Cividale del Friuli si è proposto di rendere visibile e comprensibile ciò che non è più evidente consentendo una più ampia fruizione della cultura da parte del pubblico.

“Partendo dalle fonti disponibili (iconografiche, monumentali, archeologiche) – hanno spiegato Villa e Carlani -  il ricorso alle tecnologie più innovative ha prodotto rilievi tridimensionali, ricostruzioni virtuali e realtà aumentata  permettendo di  dare un volto a questa “cultura invisibile”.

Una sala multimediale, allestita all’interno del Monastero di Santa Maria in Valle, è diventata il luogo di narrazione dell’ambiente storico e delle sue trasformazioni: in questa Immersive Room lo spettatore potrà vedere il Tempietto Longobardo restaurato virtualmente, una ricostruzione in 3d dell’Ipogeo celtico e un cortometraggio sui longobardi realizzato da Marco D’Agostini e Luca Villa con Massimo Somaglino, Klaus Martini e i “longobardi” de La Fara di Tricesimo.

“Per Piazza Paolo Diacono, centro della Cividale longobarda dove esisteva la corte ducale e dove è stata rinvenuta la famosa tomba del cosiddetto Duca Gisulfo – proseguono i due esperti -  è stata realizzata un’analisi per la ricostruzione degli scenari con modelli 3d, immagini e video con tecnologia immersiva, il tutto visibile nel Virtual Balcony di Palazzo ex monte di Pietà”.

Da oggi, sabato 7 maggio, le due installazioni saranno accessibili al pubblico: l’Immersive Room arricchirà il percorso di visita del Monastero stesso, e in via straordinaria, sarà aperta sabato 8 maggio e domenica 9 maggio gratuitamente dalle 18 alle 20; il Virtual Balcony in piazza Paolo Diacono sarà aperto sabato 8 maggio e tutte le domeniche estive dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 20.

 






 RECOLOR, Cividale del Friuli, Luca Villa, Raffaele Carlani, Elisabetta Gottardo, tempietto Longobardo

 

Abbiamo a cuore la tua privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalitÓ indicate nella pagina privacy policy. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante ''Personalizza'' sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookies info. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su ''Accetta e chiudi'' o rifiutarne l'uso facendo click su ''Continua senza accettare''