Home / VITIGNI AUTOCTONI /Verduzzo Friulano

Verduzzo Friulano

La sua caratteristica principale, come vino, è il gradito profumo e sapore di mandorla amara, che porta quindi i produttori a non eccedere con i profumi dovuti all'invecchiamento. Se così fosse si avrebbe un vino troppo impegnativo, pesante, che sazia al primo sorso, non più elegante e beverino, come invece il Friulano dovrebbe essere. Un'altra evidente caratteristica di questo vino è il retrogusto amarognolo, gradito in quantità limitate ovviamente. Per quanto riguarda il colore, quello del Friulano deve essere caratterizzato da un giallo paglierino molto scarico; segno questo di gioventù e di eleganza.

Vitigno autoctono del Friuli, coltivato prevalentemente nelle zone collinari. Indubbiamente si tratta di un vitigno molto antico e assai diffuso anche in epoche passate. Lo troviamo, infatti, descritto dall’Acerbi nel 1825 nell’opera Viti Friulane né contorni di Udine.
Il Verduzzo è largamente diffuso in tutto il territorio friulano, dove viene coltivato sia in pianura che in collina. Ma è la coltivazione in collina che, grazie alle caratteristiche pedoclimatiche che la caratterizzano, fornisce risultati qualitativamente migliori.
Colore: giallo dorato, anche intenso.
Profumo: caratteristico, intenso, gradevole, con bouquet che richiama note di mela, pera, albicocca.
Sapore: al palato amabile o dolce, leggermente tannico, robusto, corposo, con alcolicità anche elevata.
Abbinamenti: tipico vino da dessert che si accompagna bene a pasticceria secca. Se invecchiato risulta interessante anche abbinato a formaggi a pasta dura e di lunga stagionatura.
Temperatura di servizio: 12 °C.


Gubane Dorbolo 250_250 16-9-15 turismo

VITIGNI AUTOCTONI

 Richiesta alloggio a Cividale e dintorni