Home / Mittelfest /2004

Share:

2004

CIVIDALE DEL FRIULI – Il tempo. Le voci: intorno a questo filo conduttore ruotano gli appuntamenti della 13^ edizione del Mittelfest, in cartellone a Cividale del Friuli (Udine) dal 17 al 25 luglio 2004, per la direzione artistica di Moni Ovadia. Presieduta dal giornalista e uomo di cultura Demetrio Volcic, l’Associazione Mittelfest promuove il Festival con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Comune di Cividale, le Provincia di Udine, le Banca di Cividale, l’Ente Regionale Teatrale FVG.

A riprendere e sottolineare il ‘filo rosso’ che unisce gli appuntamenti in cartellone per questa edizione 2004, sarà innanzitutto l’evento inaugurale del Festival, Il Tempo Dei Tempi, divertissment di e con Moni Ovadia ideato e realizzato appositamente per Mittelfest: «proprio perché – spiega il direttore artistico del Festival - la dimensione del tempo Ú quella che meglio accoglie ed esprime la vera natura e la vera essenza dell’uomo, il solo contenitore possibile di un discorso, artistico poetico ed etico».

Sarà dunqueIl Tempo Dei Tempia siglare, sabato 17 luglio (ore 17.30, Piazza Paolo Diacono) il debutto della 13^ edizione del Festival di prosa, musica, danza, poesia e marionette dei Paesi del Centro Europa: edizione che saluterà festosamente l’ingresso nell’UE di Slovenia, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca e Ungheria, con spettacoli e artisti provenienti da questi Paesi, testimonials di un imperdibile appuntamento con la storia. Fra gli appuntamenti della prima giornata del Festival va ancora segnalata una prima nazionale molto attesa, quella di Salmagundi(ore 19, Teatro Ristori), la nuova produzione scritta e messa in scena dal regista Marco Martinelli per la Compagnia delle Albe.

Numerosi gli eventi di teatro, musica e danza che si alterneranno sul palcoscenico di Cividale, città-festival di questo Mittelfest 2004, a cominciare dalla ‘celebrazione’ di due grandi icone della scienza e dello spettacolo, che il Festival si onora quest’anno di festeggiare: l’astrofisica e scienziata Margherita Hack, l’artista e coreografa Pina Bausch.

MARGHERITA HACK – VARIAZIONI SUL CIELO

Fra gli eventi dell’edizione 2004, spicca senz’altro il debutto, in prima assoluta a teatro (venerdì 23 luglio, Teatro Ristori), di un testo dell’astrofisica Margherita Hack, Variazioni Sul Cielo: nella coproduzione firmata da Promomusic - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – Mittelfest 2004, per la regia di Fabio Massimo Iaquone, Margherita Hack sara’ impegnata anche in scena, a Cividale, accanto alla protagonista Sandra Cavallini. Variazioni Sul Cielo Ú uno spettacolo “per luci, suoni e sogni”, in cui la musica e le immagini abbracciano e colmano la distanza tra matematica, astrofisica e poesia, quella distanza che proprio nella persona di Margherita Hack risulta essere solo apparente. Questo l’intento con cui il regista Iaquone ha allestito, per la prima nazionale di Cividale, un armonico intreccio di video, parole, musica, in cui alla voce della scienziata si fonderanno immagini video, la recitazione di Sandra Cavallini, le musiche originali del Maestro Valentino Corvino eseguite dall’Arké String Project.

PINA BAUSCH - KONTAKTHOFMIT DAMEN UN HERREN AB 65

In esclusiva nazionale per l’estate 2004, approderà a Mittelfest anche lo spettacolo-cult di Pina Bausch, Kontakthofmit Damen un Herren ab 65: a venticinque anni dal primo allestimento di questo capolavoro delle scene, la grande artista e coreografa ha ricostruito il suo lavoro con interpreti anziani e non professionisti, ed offre oggi uno spettacolo di intensa forza espressiva, capace di mettere a nudo i sogni e le fragilità dei 26 protagonisti, nello spazio claustrofobico di una sala da ballo. Kontakthofmit Damen un Herren ab 65 sarà proposto nella sede e in collaborazione con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, sabato 24 e domenica 25 luglio, sempre per il cartellone di Mittelfest 2004: un’occasione unica, nel corso dei prossimi mesi, per ritrovare questo lavoro della Bausch, passato fuggevolmente in Italia nel novembre 2003, con due sole serate a Ferrara.

ALTRI PROTAGONISTI DI TEATRO - MUSICA

Il cartellone del Festival ospiterà molti altri protagonisti della scena italiana e internazionale: come Sœur Marie Keyrouz, la religiosa-cantante diventata popolarissimain tutta Europa, di scena insieme al suo Ensemble, laCongregation dei sœurs basiliennes, per una serata nel segno di musica e poesia. Altrettanto attesa la nuova regia di un grande della cultura mitteleuropea, lo scrittore Giorgio Pressburger, direttore artistico del Mittelfest per moltissime edizioni, quest’anno impegnato nella nuova produzione Mittelfest Il Rabbino Di Venezia. Scorrendo il programma ancora da segnalare Kinder-Traum Seminar, una proposta teatraledi e con Enzo Moscato, oltre alla presenza dell’artista Susanne Linke, chiamata a dirigere la performance di teatro-danza Assaggi di Potere, con gli allievi Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano.

Sul versante musicale, davvero imperdibile l’allestimento dell’Yiddish Theatre of Israel, protagonista a Mittelfest con due appuntamenti di Yiddish Musical. Sempre per il cartellone musicale a Cividale faranno tappa Valia Balkanski e la sua Orchestra, per un concerto dai ritmi travolgenti, mentre Ú firmato dal compositore Fabio Vacchi il Concerto per Mittelfest, affidato all’esecuzione delll’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia.

SABATO 17 LUGLIO

ore 17.30 Piazza Paolo Diacono
“Il tempo dei tempi”
Un prologo
di e con Moni Ovadia
e con Danilo Grassi e Pavel Vernikov
Produzione Mittelfest
Un divertissment, tra musica poesia e tradizione popolare, per raccontare la dimensione interiore del tempo, come la vera essenza dell’uomo.
(Prosa)

ore 19.00 Teatro Ristori

“Salmagundi”
Favola patriottica di Marco Martinelli
Ideazione Marco Martinelli e Ermanna Montanari
regia Marco Martinelli
Compagnia Teatro delle Albe
Prima Nazionale
Coproduzione
Satira fantastica, come in un travolgente copione di Jarry, per dire della nostra Italia, travolta da volgarità e beceraggine nel vuoto di valori e nell’omologazione del consumismo televisivo.
(Prosa)

ore 20.30 Chiesa di San Francesco

“Concerto per Mittelfest”
musiche di Fabio Vacchi
direttore Claire Gibault
soprano Irina Iordachescu
chitarrista Daniele Segre
Orchestra Filarmonia Veneta
Produzione Mittelfest
La musica di uno dei più grandi compositori del nostro tempo, con una prima assoluta per Mittelfest: Cjant, per soprano e orchestra, dal cantico dei Cantici, nella versione friulana di PrÚ Tita Belina.
(Musica)

ore 22.00 Piazza Diacono

Concerto inaugurale
“Goles”
Concerto per cantare l’esilio
Con
Moni Ovadia voce
Lee Colbert voce
e con
Moni Ovadia Stage Orchestra
A dieci anni di distanza dal mitico Oylem Goylem che lo rivelò al pubblico, torna Moni Ovadia con la sua scatenata band in un concerto di musica e parole per celebrare l’esilio come condizione interiore della libertà e della centralità dell’uomo.
(Musica)

DOMENICA 18 LUGLIO

ore 17.00 Piazza Paolo Diacono e altri luoghi di Cividale

Spettacoli di Marionette
(Marionette)

ore 19.00 Chiesa di San Francesco

“Yiddish Song Recital”
con
Lee Colbert – voce
Paolo Cintio – pianoforte
Emilio Vallorani – flauto
La voce storica della TheaterOrchestra in un recital che ripropone il mondo della yiddishkeit in una carrellata di canzoni che va dalla fine dell’800 alla Seconda Guerra Mondiale
(Musica)

ore 20.30 Teatro Ristori

“Salmagundi”
Replica
(Prosa)

ore 21.00 Piazza Duomo

IL TEMPO E LA MUSICA - 3 OPERINE
- “Canto del cigno“
di Giampaolo Coral
con Davide Cicchetti (tenore) e Giuliano Pelizon (baritono)
i solisti del Corpo di Ballo del Teatro Verdi
regia Alessandra Scaramazza
direttore d’orchestra Adriano Martinolli D’Arcy
Fondazione Teatro Verdi di Trieste
Trieste Contemporanea e
Chromas - Associazione Musica Contemporanea
Mittelfest
Coproduzione
- “Hin und zurÌck”
di Paul Hindemith
regia Luca Valentino
Conservatorio Vivaldi di Alessandria
Mittelfest
Coproduzione
- “Rayok”
di Dimitrij Sostakovic
con Ilia Popov (basso), Vincenzo Pasquariello (pianoforte)
il coro delle voci bianche di Maria Susovski
e con la partecipazione di
Moni Ovadia
Produzione Mittelfest
Tre brevi opere musicali per raccontare i molti volti del tempo: il tempo della vita che passa nel bellissimo racconto di Cecov musicato da Coral, il tempo rovesciato nella divertente invenzione teatrale di Hindemith e il tempo della satira all’ottusità del potere nello scherzo di Sostakovic.
(Musica)

ore 22.30 Monastero Maggiore (Sagrato)

“Kinder - Traum Seminar”
Studio scenico su un pensiero-parola dedicato alla Memoria Collettiva dell’Olocausto
testo, ideazione scenica, interpretazione e regia: Enzo Moscato
Compagnia teatrale Enzo Moscato
Mittelfest
Coproduzione
Lo sguardo di uno degli artisti più applauditi del nuovo teatro italiano, uno sguardo poetico, e inquieto, per illuminare con un po’ di luce e un po’ del sole di Napoli il buio tragico dell’olocausto.
(Prosa)

ore 23.30 Belvedere

“Femina”
scritto e diretto da Marcin Herich
scene di Katarzyna Mrozinska-Izdebska
Compagnia Teatr Cogitatur
Katowice - Polonia
Un affresco di luci, suoni, acqua, fuoco, macchinerie sceniche, una pantomima di corpi e voci per raccontare il mistero della vita, incastonato nelle lacrime, nelle risate, nei dolori e nelle gioie di una donna.
(Teatro di strada)

LUNEDI'Π19 LUGLIO

ore 19.00 Teatro Ristori

“La ballata di Franz”
regia Franco Brambilla
musiche Alfredo Lacosegliaz
Compagnia Corte Ospitale
In una partitura teatrale multimediale, torna l’eroe di Alfred Doblin e del suo capolavoro, Berliner Alexanderplatz: l’odissea di un eroe del nostro tempo alle prese con la ricerca di una necessità e di un senso positivo all’esistere.
(Prosa)

ore 21.30 Chiesa di San Francesco

“Al di là dell’est”
diretto da Carlo Boccadoro
con la partecipazione di Moni Ovadia
in collaborazione con
Forum Austriaco di Cultura – Milano
Compagnia Sentieri selvaggi
Mittelfest
Prima nazionale
Coproduzione
Il meglio della musica contemporanea nelle composizioni di Filippo Del Corno, Michael Nyman, Philip Glass, Errki Sven TÌÌr, Carlo Galante, Arvo PÀrt e la novità di Carlo Boccadoro, Canto alla durata, dal poemetto di Peter Handke, comissionata da Mittelfest
(Musica)

ore 21.00 Monastero Maggiore (Sagrato)

“Kinder-Traum Seminar”
Replica
(Prosa)

ore 22.30 Piazza Paolo Diacono

“Assaggi di Potere”
Coreografia di Susanne Linke
Assistente alla coreografia Sergio Antonino
con gli Allievi del II Corso di teatro-danza della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi
Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi
Mittelfest
Coproduzione
Cucina e potere, i piaceri della gola e la voluttà di prevaricazione: lungo questo insolito connubio si sviluppano una serie di quadri coreografici nell’ultima invenzione di una delle protagoniste assolute del teatro danza contemporaneo.
(Teatro danza)

MARTEDI'Π20 LUGLIO

ore 18.00 e 23.00 Sala SOMSI

“Il custode delle partenze”
Pagine di diario per attore solo
Un lavoro di Renata Molinari e Massimiliano Speziani
Con Massimiliano Speziani
Produzione Mittelfest
Ispirato al romanzo più fortunato di Agotha Kristof, Trilogia della città di K, il lavoro di Speziani e Molinari si configura come un inedito tentativo di penetrare nei segreti della scrittura drammaturgica e i suoi rapporti con l’arte di un attore.
(Prosa)

ore 19.00 Monastero Maggiore (Sagrato)

“Duo Dressler & Fliter”
Clarinetto e pianoforte
Produzione Studio Musica
Due giovani e affermati interpreti per un concerto che Ú un singolare percorso nella storia delle composizioni per clarinetto e pianoforte affidate al genio musicale di Brahms, Busoni, Bartok, Martinu, Farkas e Tcherepnin.
(Musica)

ore 22.00 Piazza Duomo

“Onehundred Minutes”
di Tomaz Pandur
da “I fratelli Karamazov” di Fedor Dostoevskij
Produzione Pandur Theaters
Ljubljana – Slovenia
Una folgorante rilettura de I Fratelli Karamazov di Dostoevski, curata da uno dei più provocatori e visionari registi della scena teatrale europea, all’insegna dei “luoghi” più esagerati e i linguaggi più estremi dell’immaginario contemporaneo.
(Prosa)

MERCOLEDÃI' 21 LUGLIO

ore 19.00 Teatro Ristori

“Gebirtig”
di Yehoshua Sobol
Yiddish Theatre of Israel
Tel Aviv – Israele
Il mondo degli stehtl, i piccoli villaggi ebraici di cui era ricca l’Europa centrorientale prima che la furia nazista ne cancellasse inesorabilmente la composita ricchezza e umanità, in uno spettacolo memorabile degli ultimi attori di quel mondo ormai scomparso.
(Musical)

ore 21.30 Chiesa di San Francesco

«Hymnes à l’espérance»
Soeur Marie Keyrouz et son "Ensemble de la Paix”
Congrégation des sœurs basiliennes
Zouk – Liban
Musicista nata e suora per vocazione, Suor Marie Ú divenuta il simbolo di un’arte altissima che supera divisioni e barriere nello slancio di arrivare a Dio per guarire e consolare gli uomini.
(Canto e Poesia)

ore 22.30 Monastero Maggiore (Sagrato)

“La caduta nel tempo”
Viaggio sentimentale a ritroso negli affetti della memoria
Musiche di Paolo Longo, Alben Berg, Leos Janacek e Franz Liszt
pianista Massimo Gon
Omaggio ideale all’opera dello scrittore rumeno Emil Cioran, il concerto presenta alcune straordinarie pagine musicali a disegnare una personale geografia nello smarrimento spirituale dell’oggi.
(Musica)

GIOVEDÌ 22 LUGLIO

ore 19.00 Teatro Ristori

“The Parry sisters”
di Michaela Ronzoni
Yiddish Theatre of Israel
Tel Aviv – Israele
Vecchio e nuovo mondo a confronto in questo musical che fa rivivere le antiche melodie yiddish dell’est Europa trapiantate nell’America delle comunità di emigrati ebrei.
(Musical)

ore 20.00 Sala grande Centro San Francesco

“Cantiere West”
uno studio di Michela Lucenti e Alessandro Berti
CSS – Udine
Mittelfest
Coproduzione
Una riflessione sull’Ovest da diversi confini, per brandelli di un’opera tragica popolare, fatta di parole, danza e canti: una nuova creazione dell’Impasto, giovane compagnia di danzatori e attori, fra le realtà più significative e originali della nuova emergente scena italiana.
(Prosa)

ore 22.00 Stazione

Progetto “Gli altri colori dell’Olocausto”
- “Bent”
di Martin Sherman
regia Paolo Giorgio
Allievi della Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi
- “Zingari e Politici”
Letture con la Compagnia Il Teatrino del Rifo
e le musiche di Taraf da Metropolitana
Coproduzione/produzione
Cinquecentomila zingari (triangolo nero), cinquantamila omosessuali (triangolo rosa) e migliaia di politici (triangolo rosso), caddero vittime della barbarie nazista nei lager tedeschi: anche per loro il dovere della memoria e della pietà.
(Prosa)

VENERDÌ 23 LUGLIO

ore 18.00 Chiesa di San Francesco

“Concerto di Valja Balkanska”
Voce più amata del folclore bulgaro, Valja Balkanska Ú diventata simbolo vivente dal canto e della musica, da quando una sua canzone Ú stata inserita, con altre 27 partiture nell’ambito della missione di cultura varata dal Voyager nell’agosto 1977 per offrire ad eventuali intelligenze extraterrestri una sorta di spaccato della cultura umana.
(Musica)

ore 19.00 Monastero Maggiore (Sagrato)

“Pais de Cucagne”
di Pietro Biasatti
regia di Ferruccio Merisi
(Prosa)

ore 23.30 Monastero Maggiore (Sagrato)

“Arlecchino e il suo doppio”
regia di Ferruccio Merisi
con Claudia Contin
(Teatro danza)
Produzione Mittelfest e Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone
Due studi legati al tema della voce, delle lingue e delle loro relazioni con il tempo. Il primo Ú un singolare percorso nella storia del Friuli attraverso le diverse vulgate della sua lingua. Il secondo un monologo danzato tra il vitalismo di Arlecchino e gli umori funerei di Amleto.

ore 20.00 Teatro Ristori

“Variazioni sul cielo”
di Margherita Hack
con Margherita Hack
nelle immagini video realizzate da Fabio Massimo Iaquone
ideazione e con Sandra Cavallini
regia Fabio Massimo Iaquone
musiche originali Valentino Corvino
Promo Music
Il Rossetti -Teatro Stabile Del Friuli Venezia Giulia
MittelFest
Coproduzione
Spettacolo per luci, suoni e sogni attraverso immagini ora spettroscopiche ora oniriche per provare a creare, con la guida saggia e affettuosa di una grande scienziata, un universo in cui sia ancora possibile vivere, guardando in sù.
(Prosa)

ore 22.00 Sala grande Centro San Francesco

“Cantiere West”
Replica
(Prosa)

ore 21.30 Piazza Duomo

“Il Rabbino di Venezia”
di Giorgio Pressburger
con Luciano Roman, Laura Marinoni,
Umberto Bortolani, Adriano Girali
regia Giorgio Pressburger
Produzione MittelFest
Una bella storia d’amore - menzione speciale al Premio Riccione 2001- per rappresentare alcuni grandi temi del nostro tempo circa la solidarietà, l’amore per la vita, la dedizione all’altro, la concezione della trascendenza, la scienza e la fede, la vita individuale e la società.
(Prosa)

SABATO 24 LUGLIO

ore 18.00 Teatro Ristori

“Processo a Volosca”
di Franco Vegliani
adattamento di Gianfranco Sododmaco e Nino Mangano
regia di Nino Mangano
Compagnia Dramma Italiano
Fiume – Croazia
Un episodio di cronaca nera in un paesino del Quarnero nei primi anni ‘30 Ú il pretesto per raccontare, come in un grande affresco popolare, una realtà multietnica ancora intatta e non attraversata da quelle spinte disgregatrici che porteranno ai fatti dolorosi e tragici del secondo dopoguerra in Istria e nel Fiumano.
(Prosa)

ore 20.00 Sala grande Centro San Francesco

“Cantiere West”
Replica
(Prosa)

ore 21.30 Piazza Duomo

Doppio Evento
- “Sectio”
coreografia Zuzana Kozànkovà
musica Josef Vlk
- “Mirakulos”
coreografia Katarina Mojzisova
musica Sam Alty
Compagnia Studio Tanca
Banska Bystrica – Slovacchia
Due coreografie - la prima sui temi delle relazioni tra gli esseri umani, la seconda sull’idea di destino nel viaggio iniziatico di un giovane alla scoperta della vita - per la prima volta in Italia di una delle compagnie più attive e interessanti nel panorama della danza centroeuropea.
(Danza)

ore 20.30 Teatro Nuovo Giovanni da Udine (Udine)

“Kontakthof mit Damen und Herren ab ‘65 “
coreografia e regia Pina Bausch
Scene e costumi Rolf Borzik
Andres Neumann International presenta
Tanztheater Wuppertal Pina Bausch
In collaborazione con
Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Kontakthof, “luogo di contatti”, racconta delle relazioni umane, della sofferenza e della gioia che animano i corpi in movimento. In questa nuova versione di uno spettacolo cult del teatro contemporaneo, i corpi appartengono ad anziani di Wuppertal: un’avventura emotiva di coinvolgente e straordinaria quotidianità.
(Teatro danza)

ore 22.00 Monastero Maggiore (Sagrato)

“Arlecchino e il suo doppio”
Replica
(Teatro danza)

ore 22.30 Arco Medievale

“Chi di spada”
di Carlo Tolazzi
con Vanni De Lucia
La storia dell’ultimo grande spadaccino, padre della scherma moderna, il cividalese Fiore de’ Liberi, per far rivivere un mondo, fatto di guerre, tradimenti e vendette, non molto dissimile dal nostro, sullo sfondo di un Friuli tragico compendio di tutte le atrocità e le follie degli uomini.
(Teatro di Strada)

DOMENICA 25 LUGLIO

ore 16.00 Sala grande Centro San Francesco

“Cantiere West”
Replica
(Prosa)

ore 17.00 e 20.00 Chiesa Santa Maria dei Battuti

“Il compleanno dell’imperatore”
Compagnia Karromato
Praga – Rep. Ceca
Uno scherzo musicale di Mozart, L’impresario teatrale, Ú alla base di questo spettacolo, ultima creazione di una delle compagnie più importanti del teatro di figura ceco. Ma Ú anche il pretesto per riproporre il fascino e la ricchezza del teatro barocco.
(Marionette)

ore 19.00 Chiesa di San Francesco

“I Tempi delle Stagioni”
Trio Tchaikovsky
con Pavel Vernikov (violino), Kostantino Bogino (pianoforte), Anatole Lieberman (violoncello).
Musiche di P. I. Tchaicovsky
Produzione Studio Musica
Prima nazionale
Ritorna a Mittelfest una delle formazioni più applaudite del concertismo internazionale con alcune tra le creazioni più belle del grande musicista russo.
(Musica)

ore 20.30 Teatro Ristori

“Tutyila”
di e con Andrea Ladàny
Budapest – Ungheria
Danza che sconfina nell’atletica e nell’acrobazia, che si nutre di suggestioni circensi, con evidenti richiami ad alcune spettacolari forme della danza orientale, Ú la carta vincente di questa giovane straordinaria ballerina ungherese, per la prima volta in Italia.
(Danza)

ore 20.30 Teatro Nuovo Giovanni da Udine (Udine)

“Kontakthof mit Damen und Herren ab ‘65 “
(Replica)
(Teatro danza)

ore 22.30 Piazza Duomo

“Grande Concerto Finale”
musiche tradizionali del Centro Europa rielaborate da Anton Rosenblat
con Corneil Vassille Pantir (violinista zigano), Arto Tarkonen (fisarmonica), Emilio Vallorani (flauto), Pavel Vernikov (violino classico), Anton Dressler (clarino), Moni Ovadia (violino dilettante)
Orchestra Filarmonia Veneta
in collaborazione con Studio Musica
Mittelfest
Prima Nazionale
Coproduzione
Il concerto, forte di un’idea di Moni Ovadia, unisce tre diverse tradizioni musicali, quella popolare, quella classica e quella tzigana, per una contagiosa sequela di brani coinvolgenti, ricchi di umorismo e altamente virtuosistici.
(Musica)

Dal 17 al 25 nelle ore serali per le vie di Cividale

“Sorprese Musicali”
con
Taraf da Metropolitana
Marian Serban (cymbalo), Adrian Bilteanu (violino), Florian Mihai (fisarmonica), Petre Nicolae (controbasso)
Produzione Mittelfest
(Teatro di Strada)

Inoltre

SABATO 10 LUGLIO

Ore 20.45 Teatro Ristori

“I giorni del riscatto”
cantata poetica di Pierluigi Visintin e Leonardo Zanier
per voce recitante, soprano, baritono e coro maschile
musiche Davide Pitis
Vratza Philarmonic
Vratza – Bulgaria
(Musica)

dal 17 al 25 luglio

Santa Maria dei Battuti
Il Male di Vivere
una mostra del pittore Ottavio Sgubin e dello scultore Jerone Mario


Villa de Claricini 21

Casa Luis

Vignaiuoli TOTI

 Bitte um Unterkunftsnachweis in Cividale und Umgebung




Ihre Privatsphäre ist uns wichtig

Wir verwenden Cookies, um das Surferlebnis auf unserer Website zu verbessern. Mit Ihrer Zustimmung können wir diese Technologien für die auf der Seite angegebenen Zwecke verwenden privacy policy. Sie können Ihre Zustimmung zu allen oder einigen der Behandlungen frei erteilen, verweigern oder widerrufen, indem Sie auf die Schaltfläche klicken ''Anpassen'' auch durch unsere immer erreichbar cookies info. Sie können der Verwendung der oben genannten Technologien durch Klicken auf zustimmen ''Akzeptieren und schließen'' oder lehnen Sie die Verwendung ab, indem Sie auf klicken ''Fahren Sie fort, ohne zu akzeptieren''