Home / Archivio Mittelfest /2010

Share:

2010

CALENDARIO SPETTACOLI E EVENTI

Venerdì 16 luglio

ore 19.00 – Teatro Verdi - Gorizia

I KARAMAZOV

(Dello Spirito Della Carne Del Cuore)

da I fratelli Karamazov di Fëdor M. Dostoevskij

adattamento teatrale e regia Marinella Anaclerio

collaborazione alla drammaturgia Doriana Leondeff

scene Pino Pipoli

costumi Stefania Cempini

con

Flavio Albanese, Alberto Bellandi, Titino Carrara, Giovanni Costantino, Melissa DiMatteo Pietro Faiella, Elisabetta Fusari, Carla Guido, Roberto Mantovani, Marit Nissen, Totò Onnis , Cristina Spina , Enzo Toma

produzione Compagnia del Sole Diaghilev-Teatro e Società

con il contributo del Comune di Bari, Regione Puglia - Assessorato al Mediterraneo

ITALIA

4h 40m PROSA

I fratelli Karamazov Ú un romanzo che sfugge ai generi. Uno spettacolo da esso tratto non può che fare altrettanto. E' un giallo? O un disegno filosofico? E’ storia passionale o commedia nera? Una generosa compagnia di interpreti e una regista che a Dostoevskij ha dedicato l’anima, Marinella Anaclerio, portano in scena questo capolavoro sul senso e sul valore della responsabilità: la vetta luminosa di una ricerca, filosofica, religiosa, umana.

Sabato 17 luglio

ore 17.00 – Chiesa San Francesco

INAUGURAZIONE della 19° edizione di MittelFest

A seguire

DISCANTUS- PELLEGRINAGGIO IMMOTO

Tra cultura italica e germanica: i discanti di Cividale

Ensemble Dramsam

Tra i suoi tesori, il Museo Archeologico Nazionale di Cividale conserva alcuni manoscritti del XIV e del XV secolo destinati allora all’uso liturgico presso la Chiesa Collegiata di Santa Maria

Assunta. Essi contengono una cospicua collezione di cantus planus binatim, ovvero canti a due voci, non mensurati. Una forma polifonica che qualcuno definisce primitiva, ma che nulla ha di rozzo. Ed esprime anzi una ricchezza formale ed espressiva di forte impatto

IMPROVVISAZIONI DI GLAUCO VENIER PIANOFORTE JAZZ

I RAGAZZI - lettura

cast da definire

Da un episodio dei Fratelli Karamazov, le riflessioni dello scrittore sull’irrequietezza e il carattere mobile degli adolescenti.

ore 20.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti

STORIA DI TÖNLE

di Mario Rigoni Stern

con Pino Petruzzelli

Centro Teatro Ipotesi

ITALIA

1h 20m PROSA

Ospite anche lo scorso anno a MittelFest, scrittore, regista, interprete, Pino Petruzzelli veste adesso i panni dello scrittore Mario Rigoni Stern per narrare l’avvincente epopea di Tönle, un montanaro semplice, forte, generoso, tenace, descritto nella sua solitaria battaglia contro la guerra. Contro ogni guerra. Una storia da leggere come un mito e tramandare alle future generazioni. La forza di un testo e di un modo di recitare che bandiscono ogni retorica.

ore 22.00 – Piazza Duomo

LE PAS DE DEUX GÉNIAL

gala internazionale di musica e danza

a cura di Daniele Cipriani

Orchestra Mitteleuropea

Alfonso Scarano, direttore

IN ESCLUSIVA PER IL MITTELFEST 2010

ITALIA

2h MUSICA / DANZA

Jerome Robbins, Frederick Ashton, George Balanchine. I geni coreografici del Novecento si ispirano a musiche eterne. L’innovazione, la classicità e la rivoluzione sposano le note del passato - quelle di Chopin e di Čajkovskij, - oppure quelle moderne di Gershwin, nell’arte di étoiles contemporanee provenienti dalle più celebri formazioni della danza mondiale: l’American Ballet, il New York City Ballet, l’Opéra de Paris, il Ballet du Capitole di Tolosa.

Domenica 18 luglio

ore 11.45 – Duomo

IN CAMMINO

cast da definire

1h EVENTO COLLATERALE

Tre modi per avvicinare la spiritualità popolare slava. Gli staretz, i maestri spirituali. Gli jurodivije, i pazzi in Cristo. I pellegrini e i vagabondi mistici.

ore 17.30 – Piazza Paolo Diacono

PULCINELLA E L’ORGANETTO

i burattini di Luca Ronga

Rincorse, gesti, pernacchie, scambi veloci di bastoni, e il suono inconfondibile della pivetta. Luca Ronga riprende i canovacci della tradizione napoletana, e punta sul ritmo.

ore 18.00 – Chiesa San Francesco

BEETHOVEN: LA NONA CAPOLAVORO ASSOLUTO.

BEETHOVEN: LA NONA CAPOLAVORO ASSOLUTO?

Mario Brunello, violoncello

Alessandro Baricco, narratore

produzione Antiruggine

ITALIA

1h 45m MUSICA

Attraverso registrazioni ed esempi dal vivo, Mario Brunello ha deciso di sonorizzare il capitolo della monografia di Walter Riezler dedicato alla Nona Sinfonia. Con sensibilità d’artista egli si propone di avvicinare, sia gli elementi biografici ed extramusicali, sia le caratteristiche compositive, orchestrali e tecniche del capolavoro. Per farci sentire l’importanza di queste pagine e come questa visione sia ancora valida ma anche, dopo diversi lustri, sia forse superata.

ore 20.00 – Chiesa San Francesco

LEZIONE 21

introduce Alessandro Baricco

Produzione Antiruggine

ITALIA

1h 45m MUSICA

Dal suo punto di vista di scrittore, Alessandro Baricco spiega le pagine di Riezler e si interroga sugli "oggetti" artistici sopravvalutati, sulla ricezione musicale, su come nacque la Nona sinfonia e su che cosa sia successo la sera che per la prima volta Beethoven la presentò al pubblico di Vienna. Nel suo film Lezione 21, che potremo goderci assieme, anche l’indimenticabile e geniale lezione del professor Mondrian Kilroy.

ore 22.15 – Chiostro San Francesco

COME MI MANCA BEETHOVEN

E sotto avverso ciel  Omaggio a Carlo Michelstaedter

Assolo creato per Mittelfest 2010 in occasione del centenario della scomparsa del pensatore e poeta goriziano Carlo Michelstaedter

Ideazione: Walter Mramor e Paolo Mohovich

Coreografia: Paolo Mohovich

Musica ed esecuzione dal vivo: Glauco Venier

Interprete: Davide Valrosso

Una produzione Mittelfest 2010

Il prato di Ludwig

Coreografia e ideazione: Paolo Mohovich

Musica: Ludwig van Beethoven, Sesta Sinfonia (Pastorale)

Interpreti: Laura Boltri, Davide Di Giovanni, Gonzalo Fernandez, Laura Missiroli, Silvia Moretti, Roberta Noto, Davide Valrosso

ITALIA

PRIMA ASSOLUTA

1h 10m DANZA

Lo spirito del giovane Carlo Michelstaedter, irrequieto pensatore goriziano, nella sua adorazione per Beethoven (Il prato di Ludwig, di Paolo Mohovich, Ú una sequenza di quadri coreografici fedeli alla partitura della Sesta Sinfonia), ma anche in un assolo su musiche rielaborate e improvvisate da Glauco Venier al pianoforte (E sotto avverso ciel ).

Lunedì 19 luglio

ore 18.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti

NABOKOV vs DOSTOEVSKIJ

cast da definire

EVENTO COLLATERALE

Scrittori faccia a faccia. Un immaginario match, che mai si potrebbe svolgere se non nella finzione e nell’improvvisazione del teatro.

ore 20.30 – Teatro Verdi - Gorizia

TRILOGIA DELLA MEMORIA

prima rappresentazione integrale della trilogia

(a+b)3

progetto e regia Claudia Sorace

drammaturgia / suono Riccardo Fazi

cubo Massimo Troncanetti

vestiti Fiamma Benvignati

con Riccardo Fazi e Claudia Sorace

produzione Muta Imago

Una storia semplice, gioiosa e disperata, che prende spunto da Plinio il Vecchio. Lo scrittore latino ci racconta come la pittura sia nata dopo che una ragazza tracciò il contorno dell'ombra del suo giovane innamorato sulla parete della stanza. Qui sono una coppia d’amanti, due figurine felici, su cui si abbatte l’angoscia della guerra. Incanti, visioni, emozioni sul tema dell'amore e dell'assenza. Il leit motiv di uno spettacolo delicato e intimo.

ITALIA

0h 45m PROSA

ore 22.15 – Piazza Duomo

GENIUS VOCI

The Swingle Singers, Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste

Paolo Paroni, direttore

Maria Nunzia Menna, mezzosoprano

ITALIA

1h 40m MUSICA

La voce strumento del corpo, ma strumento anche divino, che sembra scendere dall’alto. Il lavoro musicale di Berio (la Sinfonia per ottetto vocale e orchestra venne scritta apposta per The Swingle Singers, la formazione inglese diventata famosa in Italia per la sigla di Quark) e la romantica serenità di Brahms (la Rhapsodie n.53 e il Schicksalslied) diventano accessibili grazie a queste opere, di grande intensità, intessute di citazioni, e dalla raffinata costruzione formale.

Martedì 20 luglio

ore 20.00 – Chiesa San Francesco

THOM PAIN

(basato sul niente)

di Will Eno

traduzione di Noemi Abe

con Elio Germano

regia di Elio Germano in collaborazione con Silvio Peroni

produzione BAM Teatro - Infinito snc

in collaborazione con MITTELFEST 2010

e con il contributo dei Festival La notte dei poeti, Settembre al Borgo

Edinburgh International Festival, Fringe Award 2005

Finalista Premio Pulitzer per la sezione Teatro 2005

ITALIA

PRIMA NAZIONALE

1h 30m PROSA

Che tipo curioso, Thom Pain. Antieroe solitario, amante tormentato, pazzo, esistenzialista, comico, caustico, prestigiatore, consigliere, canaglia, confessore, seduttore, ottimista ferito e pessimista speranzoso. Mille facce che si addicono a un attore finalmente apprezzato, anche per la sua versatilità in palcoscenico. Elio Germano (Palma d’oro Festival di Cannes 2010 per l’interpretazione maschile) sarà protagonista in questo raffinato e spassoso gioco di prestigio teatrale.

ore 22.00 – Chiostro San Francesco

INFLUENZE CLASSICHE, DA ORIENTE A OCCIDENTE

musiche di Pëtr Il'ič Čajkovskij, Tan Dun, Michael Nyman,

Korean Philharmonic Orchestra Gyeonggi

M° Nanse Gum, direttore

Massimo Mercelli, flauto; Shu Yin, pipa (antico liuto cinese)

Emilia Romagna Festival, MittelFest e Festival Ljubljana

Un invito a scoprire come un’orchestra coreana riesca ad eseguire magnificamente composizioni della tradizione occidentale, Čajkovskij, per esempio, e a dare inedite sonorità alla musica di autori contemporanei. Per svelare nella partitura di Tan Dun (l’artista cinese che ha composto la colonna sonora del film La tigre e il dragone) e in quella dell’inglese Michael Nyman (autore di un brano commissionato per l’occasione da MittelFest) la persistenza del demone musicale europeo.

ITALIA

1h 40m MUSICA

Mercoledì 21 luglio

ore 18.00 – Chiesa San Francesco

“CADONO MORTE LE FOGLIE”

omaggio a Fryderyk Chopin

Magdalena Aparta, mezzosoprano

Antonio Ballista, pianoforte

ITALIA

1h 30m MUSICA

Chopin compose i Canti in tutto l’arco della sua vita, in diverse occasioni, spesso lasciando queste pagine incompiute, o addirittura in forma di abbozzo. Il riordino e la pubblicazione erano progetti che aveva in mente di realizzare, se la malattia e la prematura morte non glielo avessero impedito. MittelFest tributa un doveroso e originale omaggio al musicista polacco eseguendoli ora al completo, intervallati da brani rari o inediti per pianoforte solo.

ore 20.30 – Teatro Verdi - Gorizia

TRILOGIA DELLA MEMORIA

prima rappresentazione integrale della trilogia

LEV

ideazione Glen Blackhall, Riccardo Fazi, Massimo Troncanetti

regia Claudia Sorace

drammaturgia / suono Riccardo Fazi

realizzazione scena Massimo Troncanetti

vestiti Fiamma Benvignati

con Glen Blackhall

Irene Petris, canto; Marco Guazzone, pianoforte

produzione Muta Imago

ITALIA

0h 50m PROSA

“Abbiamo costruito uno spettacolo sullo sguardo di Lev Zasetsky, un paziente di Alexander Lurja, il celebre neuropsichiatra russo. Lavoravamo e ci chiedevamo in continuazione: cosa ha a che fare con noi la storia di un soldato russo che a seguito di una ferita alla testa, perde la capacità di ricordare? Perché continuiamo a leggere e rileggere le pagine di un diario che parlano di una vita intera passata a combattere nel tentativo di ricostruire un’ identità?”.

ore 22,15 – Piazza Duomo

IL PROCESSO - PROCES
balletto con musiche dal vivo, ispirato al romanzo di Kafka

coreografia e regia Staša Zurovac, musica Berislav Šipuš

Orchestra dell’Opera Nazionale Croata HNK Ivan pl. Zajc, Rijeka

COREOGRAFIA INEDITA IN ITALIA

CROAZIA

1h 10m MUSICA / DANZA

Atmosfere, personaggi, parole si fanno energia, istinto, muscoli. Il più enigmatico fra i romanzi di Kafka, sfogliato e interpretato da due tra le personalità più in vista della scena musicale e performativa croata. Il processo creativo di questo allestimento – a cui hanno messo mano il compositore Berislav Šipuš e il coreografo e regista Staša Zurovac, – ha rappresentato a Zagabria, e non solo, uno degli avvenimenti più significativi dell’anno.

Giovedì 22 luglio

ore 20.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti

DELITTO E CASTIGO - ZLOÄŒIN IN KAZEN

dal romanzo di Fëdor M. Dostoevskij

adattamento, scenografia, luci e regia Diego de Brea

drammaturgia Tomaş Toporišič

costumi Marita Ćopo

con Matija Vastl, Sandi Pavlin, Romana Šalehar, Olga Grad, Olga Kacjan/Draga Potočnjak, Daša Doberšek/Nataša Ŝivković, Ŝeljko Hrs, Marinka Štern, Boris Kos, UrošMaček, Ivan Godnič, Dario Varga

Produzione SMG Slovensko mladinsko gledališče, Ljubljana

in collaborazione con Ministry of culture of the Republic of Slovenia, Municipality of Ljubljana

SLOVENIA

PRIMA NAZIONALE

1h 40m PROSA

con sopratitoli in italiano

“Castigo significa che ci si assume tutto il peso della sofferenza e, attraverso di lei, si riemerge purificati”. L’ascesa salvifica che il regista sloveno Diego De Brea legge nell’altro “grande romanzo polifonico” di Dostoevskij Ú anche una chiave per penetrare, al di là di tanti adattamenti cinematografici e televisivi, il miracoloso universo dello scrittore russo, gli stati più interiori di una sofferta e magnificente indagine nel nero dell’animo umano.

ore 22.15 – Chiostro San Francesco

BERIO IN MOVEMENT

Naturale, Visage e Sequenza V di Luciano Berio

coreografia Saskia Hölbling, Moravia Naranjo, Stephen Thompson

Dans.Kias e Wiener Taschenoper

ITALIA

1h 00m MUSICA/DANZA

I procedimenti creativi di Luciano Berio si moltiplicano in questo omaggio plurale al genio musicale italiano, scomparso sette anni fa, ma ancora vivissimo per gli spunti offerti agli artisti contemporanei. Un assolo di danza, un’installazione video e la singolare interazione tra un trombonista e il suo strumento vanno a comporre Berio in Movement, triplice evento performativo nato dall’incontro tra l’ensemble austriaco Dans.Kias e i musicisti della Wiener Taschenoper.

Venerdì 23 luglio

ore 20.30 – Teatro Verdi - Gorizia

TRILOGIA DELLA MEMORIA

prima rappresentazione integrale della trilogia

MADELEINE

ideazione Muta imago

regia Claudia Sorace

drammaturgia / suono Riccardo Fazi

realizzazione scena Massimo Troncanetti con Luca Giovagnoli

vestiti Fiamma Benvignati

con Glen Blackhall, Chiara Caimmi

produzione Muta Imago

con Romaeuropa Festival e Regione Lazio

ITALIA

0h 45m PROSA

“Uno strano incanto viene a posarsi sulle cose, come una vertigine che muove quello che non dovrebbe essere spostato: piccoli segnali contraddittori si affacciano tra le pieghe della realtà: un refolo di vento, il passaggio improvviso di un’ombra, una luce che si sposta o che si spegne all’improvviso. Una donna cerca di difendersi, di mantenere il controllo su ciò che la circonda. Un’atmosfera di strana elettricità finisce per riempire la scena.”.

ore 22,15 – Piazza Duomo

LOVE MACHINES

ideazione e regia Giulia Staccioli,

musiche originali Sabba D.J.

Kataklò– Athletic Dance Theatre

ITALIA

1h 10m DANZA

Kataklò dimostra che anche in Italia esiste un’esperienza forte, legata al physical theatre. La compagnia, fondata nel 1995 dalla ginnasta olimpionica Giulia Staccioli, trae il proprio nome dal greco antico. Kataklò significa infatti ballo, mi piego e mi contorco. Guizzi corporei, passi di danza, atletismo, mimica e naturalmente lo humour, puntano questa volta sull’’intelligenza e la versatilità di Leonardo da Vinci, avvicinato in una perfetta miscela Kataklò.

Sabato 24 luglio

Ore 11.00 – Vie di Cividale

ARLECCHINO E LA TORTA DEL DESTINO

Alberto De Bastiani, Paolo Rech e i burattini della tradizione veneta

testo e regia di Gigio Brunello

Arlecchino, Colombina, Pantalon de’ Bisognosi, persino Fracanapa. Maschere e intrecci della Commedia dell’Arte tra il palcoscenico e le quinte.

ore 19.00 – Teatro Nuovo Giovanni da Udine - Udine

IDIOTAS

dal romanzo di Fëdor M. Dostoevskij

regia Eimuntas Nekrosius

scene Marius Nekrosius

musiche Faustas Latenas

costumi Nadezda Gultiajeva

con

Daumantas Ciunis, Salvijus Trepulis ,Elzbieta Latenaite, Diana Gancevskaite, Margarita Ziemelyte, Vidas Petkevicius, Migle Polikeviciute, Vaidas Vilius, Vytautas Rumsas, Ausra Pukelyte, Vytautas Rumsas jr, Neringa Bulotaite, Tauras Cizas,

coproduzione Vilnius - European Capital of Culture 2009, Fondazione Musica per Roma, International Stanislavskij Foundation, Moscow, Dialog Festival, Wroclaw, Baltic House Festival, St. Petersburg, in collaborazione con Lithuanian Ministry of Culture e Aldo Miguel Grompone, Roma

Produzione Meno Fortas Theatre

LITUANIA

4h45 PROSA

con sopratitoli in italiano

Ci sono spettacoli che si possono raccontare, altri che si devono semplicemente vedere. Il più enigmatico regista della nuova Europa, il lituano Eimuntas Nekrošius, sposa il mistero del più spirituale fra i romanzi di Dostoevskij, L’idiota. La generosità d’animo e la candida fede del principe Myškin si esprimono in un allestimento leggendario, in cui l’interpretazione emozionale e plastica degli attori si riflette nella vita che acquistano perfino gli oggetti in scena.

ore 20.00 - Chiesa San Francesco

LA FISARMONICA STRUMENTO EUROPEO

MARTIN LUBENOV'S JAZZTA PRASTA

jazz balcanico

Martin Lubenov, fisarmonica

Vladimir Karparov, sax

Georg Breinschmid, contrabbasso

Harald Tanschek, percussioni

BULGARIA

2h 00m MUSICA

Jazzta Prasta Ú un'espressione bulgara e richiama qualcosa che Ú stato rivoltato sottosopra. Definizione autoironica, ma esatta, per la più originale tra le formazioni del jazz balcanico. Lo stile di un grande maestro della fisarmonica, qual Ú Martin Lubenov, brilla di humour ed ottimismo, lascia spazi all'improvvisazione, e soprattutto stravolge gli iridescenti motivi della tradizione balcanica, proprio come fa con il tango nuevo, un valzer musette, o gli standard del jazz d’ogni tempo.

ore 22.15 - Chiostro San Francesco

ARENA

coreografie Éva Duda,

musiche Péter Kunert, Plastikman, Karmanov

CEDT- Central Europe Dance Theatre

UNGHERIA

PRIMA NAZIONALE

1h 00m DANZA

Lo spazio e l’antica immagine della lotta. Arena (la creazione della coreografa ungherese Eva Duda) evoca la sabbia degli anfiteatri romani, dove vita e morte giocavano la sanguinosa partita della vittoria e della sottomissione. Eppure, tra le rovine e la cenere, dietro le ali di angeli caduti, Arena Ú anche una vetrina per la giovane danza contemporanea centroeuropea. Per la sua vitalità, l’anticonformismo, l’impavida sicurezza dei suoi danzatori.

Domenica 25 luglio

ore 11.45 – Chiesa San Francesco

DALLA FISARMONICA DI LEONARDO ALLA FISARMONICA CONTEMPORANEA

Sebastiano Zorza, fisarmonica

ITALIA

1h 00m MUSICA

ore 18.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti

GIOCO DI MANO

drammaturgia Gabriele Di Luca

regia Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti

con Gabriele Di Luca

al pianoforte Daniel De Rossi

produzione Compagnia Carrozzeria Orfeo

ITALIA

1h 00m PROSA

CarrozzeriaOrfeo Ú una compagnia giovanissima ed entusiasta, ma segnalata e confortata da importanti premi teatrali italiani. Gioco di mano, lo spettacolo più recente del gruppo, racconta la storia di una famiglia. Una bizzarra mitologia moderna in cui la forma del racconto biografico, comico e visionario assieme, raccoglie equivoci, giochi e colpi di scena, per ripercorrere la vita, gli amori, i miracoli di quattro generazioni. Una fiaba moderna. Un vissuto popolare.

ore 20.00 – Teatro Nuovo Giovanni da Udine - Udine

BOBBY McFERRIN

In collaborazione con Studio Musica Modena

ITALIA

1h 15m MUSICA

Dire eclettico Ú dire poco. Newyorkese, un’estensione vocale di quattro ottave e un orecchio assoluto - Bobby McFerrin Ú un genio planetario del canto. La sua voce, unita a un’intelligenza musicale fuori dal comune, gli ha permesso di calarsi nel grande repertorio classico europeo collaborando con le più importanti orchestra sinfoniche, ma coltivando anche la sua innata vocazione per il jazz e il pop, in un percorso assolutamente trasversale. 10 volte vincitore del Grammy Award. Un talento naturale. Una classe unica.

ore 22.30 – Piazza Duomo

CASSANDRA

coreografia Luciano Cannito

con Rossella Brescia e Alessandro Riga

D.C.E. DANZITALIA

ITALIA

1h 45m DANZA

Una trasposizione in chiave moderna della guerra di Troia, ambientata nella Sicilia anni Cinquanta. Priamo, il padre di Cassandra, Ú infatti il sindaco in un paese dell’entroterra. Tratto dal romanzo dell’austriaca Christa Wolf e intenso nel tratteggiare i caratteri del mito, questo progetto coreografico (uno dei lavori più apprezzati e più rappresentati di Luciano Cannito, ora affidato alla grazia di Rossella Brescia) sviluppa il tema dell’indipendenza femminile.

da lunedì 19 a domenica 25 luglio (su prenotazione)

UN PAESE DENTRO L’ALTRO

Lungo il fiume e tra gli alberi

a cura di Elisabetta Gustini e Fernando Marchiori

con Elena De Tullio e il signor Giovanni (Walter Koren)

Ideate dal CTA di Gorizia, le passeggiate teatrali si snodano lungo il fiume e i sentieri, per acchiappare storie in una verde radura, o sotto un albero.


Villa de Claricini 21

Casa Luis

Vignaiuoli TOTI

 Richiesta alloggio a Cividale e dintorni